Thelocactus hexaedrophorus

Cactaceae Thelocactus hexaedrophorus (Lem.) Britton & Rose (1922)

SINONIMI

Echinocactus hexaedrophorus var. fossulatus (Scheidw.) Salm-Dyck in Labouret (1853); Thelocactus fossulatus (Scheidw.) Britton & Rose (1923); Thelocactus hexaedrophorus ssp. hexaedrophorus.

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Thelocactus

SPECIE: hexaedrophorus

 

Cactacea piccola, solitaria, di forma globosa appiattita; raggiunge 5 centimetri di altezza, 15 centimetri di diametro; è di colore verde glauco, verde oliva.

Presenta da 8 a 13 costolature che sono maggiormente evidenti nelle piante adulte. Le costolature sono formate da grossi tubercoli, arrotondati, disposti a spirali indefinite.

Le aureole sono collocate alla sommità dei tubercoli, sono arrotondate, di colore bianco sporco.

Le spine centrali sono assenti, qualche volta se ne nota 1; sono robuste di colore ocra, grigio rosato, rossastre, violacee. Le spine radiali sono da 4 a 6, rigide, dritte o incurvate verso il corpo della pianta, di colore bianco, ocra, rossastre.

I fiori sono di colore bianco argentato, bianco argentato con striature rosa.

I frutti sono sferici, con squame, di colore magenta verdastro.

 

ORIGINE

MESSICO (San Luis Potosi, Zacatecas, Tamaulipas, Nuevo Leon).

HABITAT

Si trova da 1100 a 2000 metri di altitudine. Cresce nel deserto di Chihuahuan sui dolci pendii di colline calcaree, nelle pianure, nei terrazzamenti; cresce anche nelle savane e nelle praterie. 

ESPOSIZIONE

Pieno sole, evitando l'esposizione ai raggi diretti del sole durante le ore centrali delle giornate estive più calde; mezza ombra.

BAGNATURE

Dalla primavera all'inizio dell'autunno ogni 10-15 giorni, in ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

+5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti