Mammillaria elongata

Cactaceae mammillaria elongata D.C. (1828)

SINONIMI

Mammillaria densa Link & Otto (1830); Mammillaria elongata ssp. elongata.

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Mammillaria

SPECIE: elongata

 

Il nome "elongata" è il participio di elongo (allungare) stando a significare di forma allungata rispetto alle specie congeneri.

Cactacea piccola che forma fitti cespugli di steli ascendenti, prostrati o reclinati.

Gli steli sono cilindrici, allungati, raggiungono 3 centimetri di diametro e 10 centimetri di lunghezza. Sono di colore verde quasi completamente ricoperti da spine di colore dal bianco al giallo dorato fino al bruno.

Presenta tubercoli conici, snelli, disposti a spirale. L'ascella è nuda o quasi.

Ha da 14 a 25 spine radiali disposte a stella, snelle, aghiformi, di colore dal bianco al giallo dorato fino al bruno.

Le spine centralisono solitamente assenti, qualche volta ne presenta due di colore dal giallo al brunastro con punte brune.

Fiorisce a primavera ma, non di rado, fa una seconda fioritura durante l'anno. I fiori sono piccoli, a forma di campana, di colore bianco sporco, giallo pallido, rosato, a volte rosa acceso o con strisce centrali rosa; si sviluppano nella parte superiore della pianta. 

 

ORIGINE

MESSICO (Guanajuato, Hidalgo, Querétaro).

HABITAT

Si trova da 1300 a 2300 metri di altitudine. Cresce in terreni calcarei.

ESPOSIZIONE

Pieno sole (evitando l'esposizione ai raggi diretti del sole durante le ore più calda del periodo estivo); Ombra molto luminosa.

BAGNATURE

Dalla primavera all'inizio dell'autunno ogni 8-10 giorni, lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra. Lasciare asciutta in inverno.

TEMPERATURA MINIMA

+5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti