Parodia subterranea

Cactaceae Parodia subterranea F.Ritter (1964)

SINONIMI

Parodia culpinensius F.H.Brandt (1973); Parodia nigresca F.H.Brandt (1981); Parodia salitrensis F.H.Brandt (1981); Parodia zaletaewana F.H.Brandt (1973).

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Parodia

SPECIE: subterranea

 

Cactacea piccola, generalmente solitaria, di forma appiattita, poi globosa anche se in natura cresce prevalentemente sotto terra; raggiunge il diametro di 12 centimetri; è di colore verde glauco, verde oliva.

Presenta da 11 a 13 costolature formate da tubercoli. Le aureole inizialmente sono ricoperte da lanuggine bianco sporco che perdono con il tempo fino a rimanere nude.

Ha da una a 4 spine centrali di colore bianco sporco. Le spine radiali sono fino a 10, rivolte verso il corpo della pianta, anch'esse di colore bianco sporco ma anche tendenti al giallo od al nero.

Fiorisce alla fine della primavera. I fiori sono imbutiformi, di colore rosso.

I frutti sono rossi o verdi con peli bianchi. 

 

ORIGINE

BOLIVIA (Chuqisaca)

HABITAT

Si trova da 2800 a 3600 metri di altitudine. Cresce nelle praterie con terreno molto sassoso e con poca copertura vegetale. In questi ambienti il clima è molto secco e si verificano scarse precipitazioni.

ESPOSIZIONE

Pieno sole.

BAGNATURE

Dalla primavera all'inizio dell'autunno ogni 10 giorni, in ogni caso lasciando asciugare completamente il terricciop fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

+2 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti