Mammillaria bombycina

Cactaceae Mammillaria bonbycina Quehl (1910)

SINONIMI

Neomammillaria bombycina (Quehl) Britton & Rose (1923)

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Mammillaria

SPECIE: bombycina

 

Il nome "bombycina" deriva dal latino "bombycinus" cioè fatto di seta.

Cactacea piccola, di forma cilindrica, solitaria che può formare gruppi ampi fino a 90 centimetri; raggiunge 20 centimetri di altezza e 6 centimetri di diametro. 

L'epidermide è di colore dal verde vivo al verde-grigio, è cosparsa di tubercoli conici.

Presenta dalle 3 alle 8 spine centrali di colore giallo con la punta bruna, di cui una uncinata e le altre dritte; le spine radiali sono da 30 a 64, sottili, rigide, pectinate, di colore bianco perlato.

Fiorisce in primavera. I fiori si sviluppano nella parte terminale della pianta e formano una corona; sono di colore carminio. 

 

ORIGINE

MESSICO (Jalisco, Aguascalientes).

HABITAT

Si trova dai 2340 ai 2600 metri di altitudine. Cresce nelle foreste di quercia, su pendii scoscesi ed anche in falesie inaccessibili.

ESPOSIZIONE

Pieno sole.

BAGNATURE

Dalla metà della primavera alla fine dell'estate ogni 8-10 giorni, in ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

- 2 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti