Mammillaria muehlenpfordtii

Cactaceae Mammillaria muehlenpfordtii Förster (1847)

SINONIMI

Cactus muehlenpfordtii (Föster) Kuntze (1891); Neomammillaria muehlenpfordtii (Föster) Y.Itô (1847); Mammillaria censiana Lem. (1839); Cactus celsianus (Lem.) Kuntze (1891); Neomammillaria celsiana (Lem.) Britton & Rose (1923); Mammillaria neopotosina R.T.Craig (1945); Mammillaria neopotosina var. brevispina R.T.Craig (1845); Neomammillaria muehlenpfordtii var. brevispina (R.T.Craig) Y.Itô (1981); Mammillaria neopotosina var. hexispina F.Schmoll ex R.TCraig (1945); Neomammillaria muehlenpfordtii var. hexispina (R.T.Craig) Y.itô (1981); Mammillaria neopotosina var. longidpina R.T.Craig (1945); Neomammillaria muehlenpfordtii var. longispina (R.T.Craig.) Y.Itô (1981).

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Mammillaria

SPECIE: muehlenpfordtii

 

Cactacea piccola di forma globosa con l'apice un po' infossato e lanoso; solitaria, da giovane, poi si divide per dicotomia formando piccoli gruppi con varie teste; raggiunge 15 centimetri di altezza ed altrettanti di diametro; è di colore verde scuro, verde bleu, verde glauco.

I tubercoli sono conici, le aureole piccole, rotonde, lanose da giovani.

Presenta da 24 a 50 spine radiali di colore bianco vetroso o giallastre; da 2 a 7 (normalmente 4) spine centrali rigide, di colore giallo pallido poi grigio con punte marroni.

Fiorisce in estate. I fiori si sviluppano vicino all'apice della pianta formando una corona; sono piccoli, di colore carminio.

 

ORIGINE

MESSICO (Guanajuato, Quarétaro, San Luis Potosi).

HABITAT

Si trova dai 1700 ai 2400 metri di altitudine.

ESPOSIZIONE

Pieno sole; mezza ombra.

BAGNATURE

Dalla primavera all'inizio dell'autunno ogni 7-8 giorni lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra; tenere completamente asciutta in inverno.

TEMPERATURA MINIMA

+ 5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti