Mammillaria muehlenpfordtii

Cactaceae Mammillaria muehlenpfordtii Förster (1847)

SINONIMI

Cactus muehlenpfordtii (Föster) Kuntze (1891); Neomammillaria muehlenpfordtii (Föster) Y.Itô (1847); Mammillaria censiana Lem. (1839); Cactus celsianus (Lem.) Kuntze (1891); Neomammillaria celsiana (Lem.) Britton & Rose (1923); Mammillaria neopotosina R.T.Craig (1945); Mammillaria neopotosina var. brevispina R.T.Craig (1845); Neomammillaria muehlenpfordtii var. brevispina (R.T.Craig) Y.Itô (1981); Mammillaria neopotosina var. hexispina F.Schmoll ex R.TCraig (1945); Neomammillaria muehlenpfordtii var. hexispina (R.T.Craig) Y.itô (1981); Mammillaria neopotosina var. longidpina R.T.Craig (1945); Neomammillaria muehlenpfordtii var. longispina (R.T.Craig.) Y.Itô (1981).

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Mammillaria

SPECIE: muehlenpfordtii

 

Cactacea piccola di forma globosa con l'apice un po' infossato e lanoso; solitaria, da giovane, poi si divide per dicotomia formando piccoli gruppi con varie teste; raggiunge 15 centimetri di altezza ed altrettanti di diametro; è di colore verde scuro, verde bleu, verde glauco.

I tubercoli sono conici, le aureole piccole, rotonde, lanose da giovani.

Presenta da 24 a 50 spine radiali di colore bianco vetroso o giallastre; da 2 a 7 (normalmente 4) spine centrali rigide, di colore giallo pallido poi grigio con punte marroni.

Fiorisce in estate. I fiori si sviluppano vicino all'apice della pianta formando una corona; sono piccoli, di colore carminio.

 

ORIGINE

MESSICO (Guanajuato, Quarétaro, San Luis Potosi).

HABITAT

Si trova dai 1700 ai 2400 metri di altitudine.

ESPOSIZIONE

Pieno sole.

BAGNATURE

Dalla primavera all'inizio dell'autunno ogni 7-8 giorni, in ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

- 4 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti