Cleistocactus straussii

Cactaceae Cleistocactus strausii (Heese) Backeb. (1934)

SINONIMI

Borzicactus straussii (Heese) A.Berger (1926); Cephalocereus straussii (Heese) Houghton (1930); Cleistocactus straussii var. fricii (Dörfl.) Backeb. (1959); Denmoza strausii (Heese) Frič (1929); Denmoza strausii var. luteispina Frič (1929); Pilocereus straussii Heese (1907).

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Cleistocactus

SPECIE: strausii

 

Cactacea colonnare con fusto eretto e crescita abbastanza veloce.

Può raggiungere due metri di altezza e 8 centimetri di diametro.

Il fusto è formato da circa 25 costolature poco profonde che portano piccole aureole biancastre da cui partono più di 30 spine sottili bianco-argentate e 4 spine più lunghe di colore giallo brunastro.  Le spine nascondono quasi completamente il colore del fusto che è verde chiaro. 

I fiori spuntano nellaparte apicale del fusto, sono di colore rosso-violaceo, cilindrici, dritti e ortogonali al fusto. Si schiudono leggermente nelle ore diurne per consentire l'uscita degli organi fiorali (gli stami).

 

ORIGINE

BOLIVIA, ARGENTINA

HABITAT

Cresce in alta montagna oltre i 3.000 metri di altitudine.

ESPOSIZIONE

Al sole.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 6-7 giorni, lasciando asciugare completamente il terreno fra una bagnatuyra e l'altra. Una volta al mese nel periodo invernale.

TEMPERATURA MINIMA

- 15 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti