Ferocactus emoryi

Cactaceae Ferocactus emoryi (Engelm.) Orcutt (1926)

SINONIMI

Echinocactus covillei (Britton & Rose) A.Berger (1929); Ferocactus covillei Britton & Rose (1922).

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Ferocactus

SPECIE: emoryi

 

Cactacea solitaria, di forma globosa che diventa cilindrica con il tempo; raggiunge 90 centimetri di altezza e 60 centimetri di diametro. 

È di colore verde glauco. Presenta da 21 a 32 costolature che nella fase giovanile sono tubercoli. 

Le aureole sono ovali con lanuggine di colore bianco sporco.

Le spine sono di colore avorio con sfumature rossastre, robuste, rigide; le centrali sono in numero di 1, da leggermente curvate ad uncinate le radiali da 5 a 9.

I fiori sono di colore rosso, rosso vivo all'interno.

I frutti sono oblunghi, squamosi.

Nella parte superiore produce nettare di cui si cibano le formiche che vivono ai piedi della pianta. Le formiche impediscono ai piccoli erbivori e ad altri insetti di avvicinarsi alla pianta danneggiandone le cellule fresce e rubare il nettare favorendo l'impollinazione da parte di insetti volanti come farfalle ed api.

 

ORIGINE

MESSICO (Sonora); STATI UNITI (Arizona).

HABITAT

Si trova da 0 a 1200 metri di altitudine. Cresce in pendii collinari, pianure, terreni rocciosi o sabbiosi, nella macchia del deserto di Sonora, nel deserto dell'Arizona e nella parte superiore del deserto del Colorado. In questi ambienti le rocce sono spesso calcaree con lava nera o basalto.

ESPOSIZIONE

Pieno sole.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 7-8 giorni lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra; tenere completamente asciutto in inverno.

TEMPERATURA MINIMA

+5 gradi centigradi.

1

2

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti