Echinocactus horizonthalonius 

Cactaceae Echinocactus horizonthalonius Lem. (1839)

SINONIMI

Echinocactus equitans Scheidw. (1839); Echinocactus horizontalis C.F.Först. (1846) (variante ortografica); Echinocactus horizonthalonius var. centrispinus Engelm. (1856); Echinocactus horizonthalonius f. centrispinus (Engelm.) Schelle (1926); Echinocactus horizonthalonius var. curvispinus Salm-Dyck (1850); Echinocactus horizonthalonius f. curvispinus (Salm-Dick) Schelle (1907); Echinocactus horizonthalonius var. equitans Schmoll (1947); Echinocactus horizonthalonius ssp. horizonthalonius (1839); Echinocactus horizonthalonius var. laticostatus Schmoll (1947); Echinocactus horizonthalonius var. obscurispinus Rud.Mey. (1911); Echinocactus horizonthalonius f. obscurispinus (Rud.Mey.) Schelle (1926); Echinocactus horizonthalonius var. subikii Stanik e Dráb (1998); Echinocactus laticostatus Engelm. & J.M.Bigelow (1857); Echinocactus pachycornis Muehlenpf. (1846); Meyerocactus horizonthalonius (Lem.) Doweld (1996)

(sito di raccolta: El Huizache SLP)

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Echinocactus

SPECIE: horizonthalonius

 

Il nome di questa specie deriva dal nome latino "horizontalis" (orizzontale)e dal nome greco "halonion" (piccolo luogo) per le piccole aureole disposte in orizzontale.

Cactacea solitaria; di forma globosa, depressa o schiacciata; di colore verde-grigio, verde-bleu; può raggiungere il diametro di 25 centimetri e l'altezza di 50 centimetri.

Presenta da 7 a 13 costolature (generalmente 8).

Le spine sono di varia forma e lunghezza, di colore bianco, grigio, rosso, marrone, nero (anche bicolori).

I fiori spuntano all'apice della pianta; sono di colore dal rosa pallido al magenta.

 

ORIGINE

MESSICO (San Luis Potosì, Guanajuato, Tamaulipas); 

STATI UNITI (Arizona, New Mexico, Texas).

 HABITAT

Cresce a 600 - 1700 metri di altitudine su pareti rocciose ed in terreni alluvionali desertici e calcarei.

ESPOSIZIONE

Pieno sole.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 10 - 15 giorni, in ogni caso il terriccio deve essere completamente asciutto prima di bagnare nuovamente.

TEMPERATURA MINIMA

- 10 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti