Mammillaria longimamma

Cactaceae Mammillaria longimamma D.C. (1829)

SINONIMI

Cactus longimamma (D.C.) Kuntze (1891); Dolichotele longimamma (D.C.) Britton & Rose (1923)Mammillaria longimamma var. longimamma; Mammillaria uberiformis Zucc. (1837); Neomammillaria longimamma (D.C.) Fosberg (1931).

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Mammillaria

SPECIE: longimamma 

 

Il termine "longimamma" deriva dalla forma molto allungata dei tubercoli di questa specie che assomigliano ad una "lunga mammella".

Cactacea piccola, di forma globosa, solitaria da giovane ma con il tempo accestisce formando densi cuscini. È di colore verde e formata da lunghi tubercoli, morbidi.

Le ascelle sono scarsamente lanose non hanno setole.

Presenta una spina centrale dritta, di colore bianco sporco; le radiali sono da 8 a 10 anch'esse bianco sporco o marroni.

Fiorisce in Maggio-Giugno. I fiori sono grandi, di colore giallo.

I frutti sono di colore da giallastro a verde. 

 

ORIGINE

MESSICO (Guanajuato, Hidalgo, Quarétaro).

HABITAT

Si trova da 1000 a 2400 metri di altitudine. Cresce in terreni calcarei e vulcanici sotto bassi arbusti e vegetazione sparsa. 

ESPOSIZIONE

Mezza ombra.

BAGNATURE

Dalla primavera all'inizio dell'autunno ogni 7-8 giorni lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra; tenere completamente asciutta in inverno.

TEMPERATURA MINIMA

+5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti