Sedum sieboldii

Crassulaceae Sedum sieboldii Regel (1856)

SINONIMI

Hylotelephium sieboldii (Regel) H.Ohba (1977).

 

FAMIGLIA: Crassulaceae

GENERE: Sedum

SPECIE: sieboldii

 

Il nome "sieboldii" è stato attribuito a questa specie in onore del botanico e naturalista tedesco Philipp Franz (Balthasar) von Siebold (1796-1866), studiosa della flora e fauna giapponese che scrisse importanti testi di botanica insieme a L.G. von Zuccarini fra cui una Flora Japonica.

Succulenta piccola caratterizzata da steli non ramificati che spuntano da una radice centrale. Gli steli sono leggermente carnosi, ripiegati venso il basso; raggiungono 25 centimetri di lunghezza; sono ricoperti da foglie disposte a spirale.

Le foglie sono carnose, piatte, obovate a ventaglio, lunghe fino a 2,5 centimetri e larghe fino a 2 centimetri, di colore verde glauco scuro che assumono sfumature rossastre lungo i bordi.

Fiorisce da in autunno. Le infiorescenze sono a forma di pannocchia, si formano all'estremità degli steli. I fiori sono di colore da rosa a rosso scarlatto. 

 

ORIGINE

CINA; GIAPPONE.

HABITAT

Cresce su pareti rocciose.

ESPOSIZIONE

Pieno sole, evitando lìesposizione ai raggi diretti del sole durante le ore più calde delle giornate estive.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 7-8 giorni; in inverno ogni 30 giorni. In ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

-4 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti