Sedum album

Crassulaceae Sedum album L. (1753)

SINONIMI

Leucosedum album (L.) Fourr. (1868); Oreosedum album (L.) Grulich; Oreosedum serpentini (Janch.) Grulich (1984); Sedum album ssp. micranthum (Bastard ex D.C.) Syme (1865); Sedum athoum D.C. (1828); Sedum clusianum Guss. (1843); Sedum gombertii Sennen (1936); Sedum micranthum Bastard ex D.C. (1815); Sedum serpentini Janch. (1920); Sedum teretifolium Lam. (1779) (illegittimo); Sedum vermiculifolium P.Fourn. (1935).

 

FAMIGLIA: Crassulaceae

GENERE: Sedum

SPECIE: album

 

Il nome "album" derica da "albus" (bianco): per il colore dei fiori.

Succulenta piccola, cespitosa; è formata da piccoli steli rossastri, fragili ricoperti da piccole foglie (gli steli fioriferi sono eretti e presentano un numero minore di foglie); raggiunge 15 centimetri di altezza. 

Le foglie sono carnose, lineari, cilindriche, un poco appiattite, di colore verde chiaro che vira al rossastro con la fine della stagione vegetativa.

Fiorisce fra la fine della primavera e l'inizio dell'estate. I fiori sono a forma di stella, di colore bianco.

 

ORIGINE

Si trova nei paesi temperati-caldi dell'Europa, Asia, Africa del Nord, Nord America.

In Italia è presente su tutto il territorio nazionale. 

HABITAT

Si trova sa 0 a 1800 metri di altitudine. Cresce su terreni sassosi, rupi e rocce soleggiate, muri.

ESPOSIZIONE

Pieno sole.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 8-10 giorni; in inverno sporadicamente. In ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti