Sansevieria trifasciata

Asparagaceae Sansevieria trifasciata Prain (1903)

SINONIMI

Aletris hyacinthoides var. zeylanica L.; Sansevieria craigii auct. (1912); Sansevieria jacquinii N.E.Br. (1911); Sansevieria laurentii De Wild. (1904); Sansevieria trifasciata var. laurentii (De Wild.) N.E.Br. (1915); Sansevieria trifasciata var. trifasciata; Sansevieria zeylanica var. laurentii (De Wild.) L.H.Bailey (1963).

 

FAMIGLIA: Asparagaceae

GENERE: Sansevieria

SPECIE: trifasciata

 

il nome "trifasciata" deriva dal prefisso "tri" (tre) e da "fasciatus" (con bande): per le foglie caratterizzate da tre bande longitudinali.

Succulenta rizomatosa caratterizzata da lunghe foglie a forma di spada che crescono da una rosetta basale.

Le foglie sono carnose, coriacee, molto erette, con andamento verticale, di colore verde scuro con bande orizzontali verde grigio chiaro; raggiungono 120 centimetri di altezza e 7 centimetri di larghezza.

L'infiorescenza è costituita da un racemo a forma di spiga; raggiunge 75 di altezza. I fiori sono di colore bianco verdastro. 

 

ORIGINE

AFRICA occidentale tropicale (dalla Nigeria orientale al Congo).

È naturalizzata in Madagascar, India, Indonesia ed altrove nei tropici.

HABITAT

Cresce ai bordi dei boschi, in campi abbandonati, nei giardini, nei cortili. 

ESPOSIZIONE

Ombra molto luminosa.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 10-15 giorni; in inverno ogni 30-40 giorni. In ogni caso lasciando asciugare il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

+4 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti