Pachypodium lamerei

Apocynaceae Pachypodium lamerei Drake (1899)

SINONIMI

Pachypodium champenoisianum Boiteau (1942); Pachypodium lamerei var. lamerei; Pachypodium lamerei var. ramosum (Costantin & Bois) Pichon (1949); Pachypodium ramosum Costantin & Bois (1907); Pachypodium rutenbergianum var. lamerei (Drake) Poiss. (1924); Pachypodium rutenbergianum f. lamerei (Drake) Poiss. (1924).

 

FAMIGLIA: Apocynaceae

GENERE: Pachypodium

SPECIE: lamerei

 

Il nome "lamerei" è stato assegnato a questa specie in onore di un certo Lamère che raccolse l'olotipo vicino al fiume Mandrary.

Succulenta grande che raggiunge, in condizioni ottimali, 6 metri di altezza. Ha l'aspetto di un albero spinoso alla cui sommità crescono le foglie. Nelle zone a clima temperato tende ad andare in tetargo in inverno e perde le foglie.

Presenta un tronco robosto, molto spinoso, di colore grigio, con superficie liscia; è solitario da giovane o ramificato con il tempo; raggiunge 30 centimetri di diametro; è ricoperto da una corteccia dura e lucida e da bassi tubercoli disposti a spirale. Inizia a ramificarsi solo dopo che è avvenuta la prima fioritura che si verifica quando la pianta ha raggiunto 1,5-1,8 metri di altezza.

Le spine sono in numero di 3 su ogni tubercolo: una centrale e due laterali.

Le foglie sono lanceolate, vetrose, di colore verde, disposte a spirale all'apice della pianta.

Fiorisce durante tutti i mesi caldi. I fiori sono di colore bianco con centro giallo.

 

ORIGINE

MADAGASCAR

HABITAT

Si trova da 0 a 900 metri di altitudine. Cresce in foreste secche od in zone aperte.

ESPOSIZIONE

Pieno sole; ombra leggera.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 7-8 giorni; in inverno ogni 30-40 giorni. In ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

+7 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti