Pachypodium bispinosum

Apocynaceae Pachypodium bispinosum (L.f) A.DC. (1844)

SINONIMI

Belonites bispinosus (L.f) E.Mey. (1838); Echites bispinosus L.f. (1782); Pachypodium glabrum G.Don (1837).

 

FAMIGLIA: Apocynaceae

GENERE: Pachypodium

SPECIE: bispinosum

 

Il nome "bispinosum" deriva dal prefisso "bis" (due volte) e da "spinosus" (spinoso): per la presenza di spine forcate o aventi due forme diverse.

Succulenta caudiciforme con forma arbustiva; raggiunge l'altezza di 1,2 metri: E' caratterizzata da un fosto gonfio (caudice) da cui partono numerosi rami molto contorti e spinosi.

Il caudice è ovoidale, di colore da verde grigio a marrone chiaro. In natura è solitamente interrato, mentre nella coltivazione viene lasciato fuori terra completamente o parzialmente.

I rami sono sottili, eretti o ricadenti, ricoperti da spine dritte, accoppiate; raggiungono 45 centimetri di lunghezza e 10 millimetri di spessore. Si presentano singoli o con qualche ramificazione.

Le foglie sono piccole, lanceolate, di colore verde, coriacee. Si sviluppano all'apice dei germogli.

Fiorisce da Giugno a Dicembre. Le infiorescenze spuntano dalla punta dei rami. i Fiori sono campanulati, di colore rosa chiaro, nei toni dal rosa al viola.

 

ORIGINE

SUD AFRICA (Provincia del Capo orientale).

HABITAT

Cresce in posizioni soleggiate su terreni sassosi, in pendii rocciosi.

ESPOSIZIONE

Pieno sole; ombra leggera.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 8-10 giorni, lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra; tenere asciutto in inverno.

TEMPERATURA MINIMA

+6 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti