Pachyphytum oviferum

Crassulaceae Pachyphytum oviferum Purpus (1919)

 

FAMIGLIA: Crassulaceae

GENERE: Pachyphytum

SPECIE: oviferum

 

Il nome "oviferum" deriva da "óvum" (uovo) e da "fero" (portare): che porta uova, per la forma delle foglie.

Succulenta piccola a forma di arbusto con gambo corto; è caratterizzata da rosette sciolte composte da foglie carnose; raggiunge 25 centimetri di altezza e più di 30 centimetri di larghezza.

Le foglie sono lisce, obovate, a forma di confetto; raggiungono 5 centimetri di lunghezza e 3 centimetri di larghezza; sono di colore: verde bluastro argenteo, azzurro rosato, arancio, viola; possono essere ricoperte da una polvere bianca (farina) che le protegge dalla luce solare e mantiene l'umidità.

Fiorisce dalla fine dell'inverno all'inizio della primavera. L'infiorescenza è costituita da uno stelo arcuato lungo fino a 15 centimetri alla cui sommità, da una sola parte, spuntano i fiori che sono campanulati, di colore rosso-arancio intenso e ricoperti da squame di colore verde biancastro.  

 

ORIGINE

MESSICO (San Luis Potosi)

HABITAT

Si trova intorno ai 1200 metri di altitudine. Cresce nelle fessure delle roccie di ripide scogliere.

ESPOSIZIONE

Pieno sole, evitando l'esposizione ai raggi diretti del sole durante le ore più calde delle giornate estive.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 7-8 giorni; in inverno ogni 30-40 giorni. In ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

-2 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti