Haworthia venosa ssp. tessellata

[è un taxon infraspecifico della specie Haworthia venosa (Lam.) Haw. (1821)]

Xanthorrhoeaceae Haworthia venosa ssp. tessellata (Haw.) M.B.Bayer (1982)

SINONIMI

Aloe parva (Haw.) Schult. & Schult.f. (1829); Aloe tessellata (Haw.) Schult. & Schult.f. (1829); Catevala tessellata (Haw.) Kuntze (1891); Haworthia coriacea (Resende & Poelln.) Breuer (2010); Haworthia engleri Dinter (1914); Haworthia minutissima Poelln. (1939); Haworthia parva Haw. (1824); Haworthia pseudogranulata Poelln. (1937); Haworthia pseudotessellata Poelln. Poelln. (1929); Haworthia tessellata Haw. (1824); Haworthia tessellata f. brevior Resende e Poelln. (1942); Haworthia tessellata var. coriacea Resende & Poelln. (1942); Haworthia tessellata var. elongata Woerden (1940); Haworthia tessellata var. engleri (Dinter) Poelln. (1938); Haworthia tessellata var. inflexa Baker (1880); Haworthia tessellata f. longior Resende & Poelln. (1942); Haworthia tessellata var. luisieri Resende & Poelln. (1942); Haworthia tessellata f. major J.R.Br. (1947); Haworthia tessellata var. minutissima Poelln. (1949); Haworthia tessellata var. obesa Resende & Poelln. (1942); Haworthia tessellata var. palhinhiae Resende & Poelln. (1942); Haworthia tessellata var. parva (Haw.) Baker (1880); Haworthia tesselata var. simplex Resende & Poelln. (1942); Haworthia tessellata var. stephaneana Resende & Poelln. (1942); Haworthia tessellata var. tubercolata Poelln. (1936); Haworthia tessellata var. velutina Resende & Poelln. (1942); Haworthia venosa var. tessellata (Haw.) Halda (1997).   

 

FAMIGLIA: Xanthorrhoeaceae

GENERE: Haworthia

SPECIE: venosa

SOTTOSPECIE: tessellata

 

Il nome "venosa" deriva da "vena" (vena): per la presenza di venature.

Il nome "tessellata" deriva da "tessélla" (tassello, tessera di mosaico): per i disegni a riquadri presenti sulle foglie.

Succulenta piccola a forma di rosetta, prolifica dalla base formando piccole famiglie. La rosetta raggiunge 7 centimetri di diametro.

Le foglie sono carnose, triangolari, molto ricurve, di colore marrone, verde; presentano venature verde pallido che formano un disegno a quadretti (i quadretti sono piccole finestre traslucide che permettono alla luce di entrare all'interno della pianta). Lungo i margini sono presenti piccoli denti.

L'infiorescenza è costituita da un racemo che raggiunge 50 centimetri di altezza. I fiori sono di colore bianco-verdastro con venature verdi.

 

ORIGINE

AFRICA centro meridionale; NAMIBIA.

HABITAT

Si trova principalmente in aree dove si verifivano piogge durante il periodo estivo. Cresce in luoghi ombreggiati sotto i cespugli e nelle fessure delle rocce.

ESPOSIZIONE

Ombra luminosa; mezza ombra.

BAGNATURE

Dalla primavera all'inizio dell'autunno ogni 10 giorni; in inverno qualche nebulizzazione. In ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra. 

TEMPERATURA MINIMA

+ 5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti