Gasteria disticha

Xanthorrhoeaceae Gasteria distica (L.) Haw. (1827)

SINONIMI

Aloe angustifolia (Aiton) Salm-Dyck (1821) (illegittimo); Aloe conspurcata Salm-Dyck (1821); Aloe crassifolia (Salm-Dick) Schult. & Schult.f. (1829); Aloe disticha L. (1753); Aloe lingua var. angustifolia Aiton (1789); Aloe lingua var. crassifolia Aiton (1789); Aloe lingua var. latifolia Haw. (1804); Aloe lingua var. longifolia Haw. (1804); Aloe linguiformis Mill. (1768); Aloe longifolia (Haw.) Haw. (1812) (illegittimo); Aloe mollis (Haw.) Schult. & Schult.f. (1829); Aloe nigricans Haw. (1804); Aloe nigricans var. crassifolia Salm-Dyck (1817); Aloe obliqua Jacq. (1804) (illegittimo); Aloe obscura Willd. (1811) (illegittimo); Aloe obtusifolia Salm-Dyck (1821) (illegittimo); Aloe retusifolia Haw. ex Steud. (1840); Gasteria angustifolia (Aiton) Duval (1809); Gasteria conspurcata (Salm-Dych) Haw. (1827); Gasteria crassifolia (Salm-Dyck) Haw. (1827); Gasteria denticulata Haw. (1819); Gasteria disticha var. angustifolia Baker (1880); Gasteria disticha var. conspurcata (Salm-Dyck) Baker (1880); Gasteria disticha var. disticha; Gasteria distica var. major Haw. (1827); Gasteria disticha var. minor Haw. (1827); Gasteria latifolia (Haw.) Haw. (1812); Gasteria longifolia (Haw.) Duval (1809); Gasteria mollis Haw. (1821); Gasteria nigricans (Haw.) Duval (1809); Gasteria nigricans var. crassifolia (Aiton) Haw. (1821); Gasteria obtusifolia Haw. (1827); Gasteria platyphylla Baker (1880); Ptyas disticha (L.) Salisb. (1866) (non valido).

 

FAMIGLIA: Xanthorrhoeaceae

GENERE: Gasteria

SPECIE: disticha

 

Il nome "disticha" deriva dal greco "dis" (due volte) e da "stíchos" (ordine, fila): avente le foglie disposte su due file opposte.

Succulenta piccola, prolifera dalla base formando piccoli gruppi, raggiunge 18 centimetri di altezza e di diametro.

Le foglie sono disposte in due file opposte (distiche), lunghe fino a 12 centimetri, larghe fino a 4,5 centimetri alla base, a forma di cintura, ascendenti; hanno la parte superiore convessa; sono di colore verde glauco scuro con piccoli puntini bianchi su ambo i lati; la superficie presenta piccole asperità risultando come carta vetrata fine al tatto (asperula); la parte terminale risulta smussata con una punta ben definita (mucronata).

Fiorisce nel periodo che va da luglio a febbraio ma, principalmente nel mese di settembre. Presenta una infiorescenza racemosa, semplice o con una coppia di rami laterali; raggiunge 90 centimetri di altezza con i fiori che pendono dalla parte superiore. I fiori sono a forma di piccolo stomaco, di colore rosa rossastro con punta verde.  

 

ORIGINE

SUD AFRICA (Provincia del Capo Occidentale: da Worcester a sud-est di Robertson e il Great Karoo occidentale).

HABITAT

Si trova fino a 800 metri di altitudine. Cresce all'ombra di arbusti su affioramenti rocciosi su formazioni rocciose di tillite, arenaria, fango e scisto; i terreni sono ricchi di minerali. Le precipitazioni si verificano sia in inverno che in estate; vanno dai 100 ai 300 millimetri in un anno.

ESPOSIZIONE

Mezza ombra.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 8-10 giorni; in inverno ogni 30 giorni. In ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

+5 gradi centigradi.

AMBIENTAZIONE NATURALE

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti