Euphorbia polyacantha

Euphorbiaceae Euphorbia polyacantha Boiss. (1860)

SINONIMI

Euphorbia infausta N.E.Br. (1912); Euphorbia polyacantha ssp. rosenii Pax (1907); Euphorbia polyacantha var. subinarticulata Schweinf. (1899); Euphorbia thi Schweinf. (1868); Euphorbia thi var. subinarticulata (Schweinf.) N.E.Br. (1912).

 

FAMIGLIA: Euphorbiaceae

GENERE: Euphorbia

SPECIE: polyacantha

 

Il nome "polyacantha" deriva dal prefisso greco "poly" (molto) e da "ácantha" (spina): che ha molte spine.

Succulenta a forma di arbusto spinoso senza foglie molto ramificata fino dalla base; raggiunge 150 centimetri di altezza.

I fusti sono eretti, di colore verde grigio, verde scuro; raggiungono 3 centimetri di spessore; presentano 4-5 costolature con la sommità di colore bianco.

Le spine sono disposte a coppie, rigide, di colore grigio; spuntano dalle coste.

I fiori (ciazii) sono piccoli, di colore giallo, a forma di coppa.

 

ORIGINE

ETIOPIA ; SUDAN; ERITREA; ETIOPIA; SOMALIA; YEMEN.

HABITAT

Si trova dagli 800 ai 2.250 metri di altitudine. Cresce sui fianchi pietrosi delle montagne, in calde valli, nelle boscaglie sempreverdi, ai margini delle foreste di Juniperus, in terreni poco profondi della secca savana delle colline del Mar Rosso, negli altopiani centrali dell'Eritrea.  

ESPOSIZIONE

Pieno sole.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 8-10 giorni, in ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra. Tenera asciutta in inverno.

TEMPERATURA MINIMA

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti