Euphorbia abyssinica var. erythraeae

[è sinonimo di Euphorbia abyssinica J.F.Gmel. (1791)

Euphorbiaceae Euphorbia abyssinica var. erythraeae A.Berger (1906)

 

FAMIGLIA: Euphorbiaceae

GENERE: Euphorbia

SPECIE: abyssinica

VARIETÀ: erythraeae

 

Il nome "abyssinica" significa "dell'Abissinia", regione dell'Etiopia (dall'arabo habesc misto o bastardo): abissino. Il nome "erythraeae" deriva da "Erythrae" (Eritre, città dell'asia minore, Eritrea): eritreo, dell'Eritrea.

Succulenta arborea; raggiunge l'altezza di 9 metri; presenta un fusto principale eretto da cui partono molte ramificazioni.

Il fusto è di colore verde scuro, lucido, con costolature molto evidenti provviste di spine. Le costolature sono fino a 8 negli esemplari giovani per poi ridursi a 4.

Le foglie sono piccole, lanceolate e cadono precocemente.

Fiorisce in primavera. I fiori sono di colore giallo, si sviluppano alla sommità delle costolature.

 

ORIGINE

ERITREA

HABITAT

Si trova da 850 a 2200 metri di altitudine. Cresce in terreni pietrosi ben drenati di colline e pendii, in montagne secche, in boschi sempreverdi, in savane arbustive.

ESPOSIZIONE

Pieno sole.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 8-10 giorni; in inverno una volta ogni 30-40 giorni. In ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

+ 5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti