Echeveria coccinea

Crassulaceae Echeveria coccinea (Cav.) DC. (1828)

SINONIMI

Cotyledon coccinea Cav. (1793)

 

FAMIGLIA: Crassulaceae

GENERE: Echeveria

SPECIE: coccinea

 

Il nome "coccinea" deriva da "cóccinus" (scarlatto): di colore scarlatto.

Succulenta a forma di rosetta con portamento arbustivo; raggiunge i 60 centimetri di altezza; ramifica dalla base nella parte vecchia dello stelo produce molte radici aeree.

Le rosette raggiungono il diametro di 20 centimetri.

Le foglie sono disposte a rosetta, a forma di lancia rovesciata, di colore verde scuro con sfumature rossastre ai margini, vellutate.

Fiorisce in primavera. I fiori spuntano all'apice di una infiorescenza che raggiunge i 70 centimetri di altezza, sono di colore rosso scarlatto - giallo.

 

ORIGINE

MESSICO (Hidalgo)

HABITAT

Cresce fra i 1900 ed i 2700 metri di altitudine, sulla roccia vulcanica, nella macchia xerofita e nelle foreste di querce.

ESPOSIZIONE

Pieno sole.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 7-8 giorni, in ogni caso lasciando asciugare completamente il terricciio fra una bagnatura e l'altra; in inverno ogni 30-40 giorni.

TEMPERATURA MINIMA

+5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti