Crassula perforata

Crassulaceae Crassula perforata Thunb. (1778)

SINONIMI

Crassula anthurus E.Mey. ex Harv. (1862); Crassula conjuncta N.E.Br. (1902); Crassula connata Donn (1804) (non valido); Crassula nealeana Higgins (1955); Crassula pedersoniae Schönland (1910); Crassula perfilata Scop.; Crassula perfossa Lam. (1786); Crassula punctata Mill. (1768).  

 

FAMIGLIA: Crassulaceae

GENERE: Crassula

SPECIE: perforata

 

Il nome "perforata" deriva da "pérforo" (perforare).

Succulenta di piccole dimensioni, ha la forma di un minuto arbusto che si espande in orizzontale, raggiunge l'altezza di 45 centimetri. Presenta uno stelo eretto, sottile, carnoso, successivamente prostrato e legnoso.

Le foglie sono piccole, triangolari, opposte, di colore verde glauco con i margini che tendono al rossastro.

Fiorisce in inverno. I fiori spuntano all'apice dei rami, sono piccoli, a forma di stella, di colore bianco. 

 

ORIGINE

SUD AFRICA (Provincia del Sud e del Capo Orientale).

HABITAT

Cresce fra altri cespugli, su pareti rocciose nelle fessure fra le rocce, fra le pietre.

ESPOSIZIONE

Pieno sole.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 8-10 giorni; in inverno ogni 30-40 giorni. In ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

+ 5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti