Crassula pellucida ssp. marginalis

f. variegata

Crassulaceae Crassula pellucida ssp. marginalis var. variegata hort.

SINONIMI

Crassula marginalis f. variegata hort.

 

FAMIGLIA: Crassulaceae

GENERE: Crassula

SPECIE: pellucida

SOTTOSPECIE: marginalis

FORMA: variegata

 

Il nome "pellucida" deriva dal prefisso rafforzativo "per" e da "lúcidus" (lucido): per significare lucidissimo riferendosi alla brillantezza delle foglie.

Il nome "marginalis" deriva da "margo" "marginis" (margine, confine).

Il nome "variegata" deriva da "vario" (variare, essere diverso di colore). 

Succulenta piccola con rami prostrati, tappezzante, raggiunge l'altezza di 15 centimetri. 

Le foglie sono piccole, a forma di cuore, carnose, piatte, di colore verde con strisce bianco panna lungo i margini ed una sfumatura rossa lungo il bordo; la pagina inferiore è rossastra.

Fiorisce alla fine dell'autunno-inizio inverno. I fiori sono piccoli, a forma di stella, di colore bianco.

 

ORIGINE

Prodotta in vivaio.

ESPOSIZIONE

Mezza ombra.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 7-8 giorni; in inverno ogni 30 giorni. In ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

+ 5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti