Aloe variegata

Xanthorrhoeaceae Aloe variegata L. (1753)

SINONIMI

Aloe ausana Dinter (1928); Aloe punctata Haw. (1804); Aloe variegata var. haworthii A.Berger (1908).

 

FAMIGLIA: Xanthorrhoeaceae

GENERE: Aloe

SPECIE: variegata

 

Il nome "variegata" deriva da "vario": variare, essere di diverso colore.

Piccola succulenta a forma di rosetta allungata; accestisce con facilità formando densi cespuglietti. La rosetta raggiunge l'altezza e la larghezza di 30 centimetri.

Le foglie sono carnose, triangolari, lanceolate, di colore verde con macchie bianche disposte in linee trasversali ed una linea bianca lungo i margini. 

Fiorisce in inverno od all'inizio della primavera. L'infiorescenza è costituita da uno stelo semplice o con uno o due rami; raggiunge l'altezza di 30 centimetri. I fiori sono di colore dal rosa carne al rosso.

 

ORIGINE

SUD AFRICA (Provincia del Capo, Namaqualand, Karoo, Free State); NAMIBIA meridionale.

HABITAT

Cresce in ombra parziale nella bassa macchia Karoo. Generalmente in terreno duro, in fessure rocciose o tra le rocce, ma anche in zone sabbiose  dove i suoli derivano da quarzite-arenaria, graniti, fango indurito, dolirite o scisti.

ESPOSIZIONE

Pieno sole, evitandone l'esposizione ai raggi diretti del sole durante le ore più calde delle giornate estiva; mezza ombra.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 10 giorni; in inverno ogni 30-40 giorni. In ogni caso lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA 

gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti