Rebutia pulchra

(Sulcorebutia pulcra)

[è sinonimo di Rebutia canigueralii Cárdenas (1964)]

Cactaceae Rebutia pulchra Cárdenas (1970)

SINONIMI

Rebutia canigueralii ssp. pulcra (Cárdenas) Donald ex D.R.Hunt (1997); Sulcorebutia pulchra (Cárdenas) Donald (1970); Weingartia pulchra (Cárdenas) F.H.Brandt (1978).

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Rebutia

SPECIE: pulchra

 

Cactacea piccola, globosa, ramifica molto dalla base formando densi cuscini.

Il fusto raggiunge 3 centimetri di altezza e 5 centimetri di diametro; è di colore verde oliva scuro sfumato di rosso fino al viola scuro; è coperto da tubercoli piatti.

Le aureole sono lunghe e strette ricoperte da corta peluria bianca.

Presenta da 10 a 12 spine radiali, di colore giallo/marrone, pettinate, fini; qualche volta 1 o 2 spine centrali più o meno erette.

Fiorisce nella tarda primavera. I fiori sono di colore magenta.

I frutti sono di colore rosso brunastro scuro.

 

ORIGINE

BOLIVIA (Chuquisaca)

HABITAT

 

ESPOSIZIONE

Pieno sole, evitando l'estosizione diretta ai raggi del sole durante le ore centrali delle giornate estive.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 8-10 giorni, lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

+5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti