Astrophytum capricorne ssp. senile cv. Krausii

Cactaceae Astrophytum capricorne ssp. senile cv. Krausii

SINONIMI

Astrophytum capricorne cv. Krausii

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Astrophytum

SPECIE: capricorne

SOTTOSPECIE: senile

CULTIVAR: Krausii

 

Il nome "senile" deriva da sénex (vecchio).

Cactacea piccola, solitaria, di forma globosa, cilindrica con il passare del tempo. Ha l'epidermide di colore verde più o meno ricoperta di puntini bianchi lanosi. Presenta 7/9 costolature (spesso 8) molto acute.

Le spine sono robuste, appiattite, attorcigliate, ispide, rivolte in tutte le direzioni, lunghe fino a 7 centimetri, di colore bianco candido. Quelle centrali sono rivolte verso l'alto, mentre quelle laterali crescono orizzontalmente per poi piegarsi in varie direzioni. Le spine sono talmente avvolte al corpo della pianta che questo risulta appena visibile assumenda la forma di un fascio di erba secca.

Fiorisce in estate. I fiori spuntano dalla sommità della pianta, sono grandi, di colore giallo.

 

ORIGINE

Prodotto in vivaio (creato da Krauss a Dresda in Germania).

ESPOSIZIONE

Pieno sole, leggera ombra durante le ore più calde della giornata.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 7-8 giorni, lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra.

TEMPERATURA MINIMA

+5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti