Astrophytum asterias var. nudum

[è sinonimo di Astrophytum asterias (Zucc.) Lem. (1868)]

Cactaceae Astrophytum asterias var. nudum Y.Itô (1981)

ALTRI SINONIMI di Astrophytum asterias

Astrophytum asterias var. magnipunctatum Frič (1925); Astrophytum asterias var. multipunctatum Frič (1925); Astrophytum asterias var. nudicarpa Frič (1925); Astrophytum asterias var. nudum Y.Itô (1981); Astrophytum asterias var. pubescente Y.Itô (1981); Astrophytum asterias var. roseiflorum Frič (1925); Astrophytum asterias var. seminudum Frič (1925); Echinocactus asterias Zucc. (1845); Echinocactus asterias var. nudus H.Moeller (1927).

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Astrophytum

SPECIE: asterias

VARIETA': nudum

 

Il nome "asterias" deriva da "aster" stella: per i petali dei fiori che sono raggianti.

Il nome "nudum" deriva da "núdus" (nudo): per l'epidermide che è priva dei puntini bianchi che caratterizzano gli Astrophytum

Piccola cactacea solitaria con forma globosa, di colore verde. Raggiunge il diametro di 15 centimetri e l'altezza di 6 centimetri. Presenta quasi sempre 8 costolature. Le aureole sono rotonde, di colore bianco sporco, lanose.

Fiorisce nella tarda primavera. I fiori sono di colore giallo oro con la gola rossa, spuntano all'apice della pianta.

 

ORIGINE

MESSICO (Nuovo Leon, Tamaulipas); STATI UNITI (Texas).

Solo occasionalmente si trovano piante nel loro habitat naturale; la maggior parte degli esemplari coltivati sono prodotti in vivaio. 

HABITAT

E' molto rara in natura, si stima che ne esistano solo 5.000 esemplari.

ESPOSIZIONE

Pieno sole; ombra molto luminosa.

BAGNATURE

Dalla fine della primavera all'inizio dell'autunno ogni 7-8 giorni, in ogni caso lasciare asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra. 

TEMPERATURA MINIMA

+5 gradi centigradi.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti