Ariocarpus retusus ssp. trigonus

[È un taxon infraspecifico di Ariocarpus retusus Scheidw. (1838) 

Cactaceae Ariocarpus retusus ssp. trigonus (F.A.C.Weber) E.F.Anderson & W.A.Fitz Maur. (1998)

SINONIMI

Anhalonium trigonum F.A.C.Weber in Bois (1893); Ariocarpus trigonus (F.A.C.Weber) K.Schum. (1898).

 

FAMIGLIA: Cactaceae

GENERE: Ariocarpus

SPECIE: retusus

SOTTOSPECIE: trigonus

 

Il nome "retusus" deriva da "retundo" (smussare,  arrotondare, ottundere): con l'apice fogliare arrotondato, smussato.

Il nome "trigonus" deriva dal greco "trigonos" (triangolare): con tre angoli.

È una delle specie di Ariocarpus più grandi. È solitario, a forma di rosetta e presenta lunghi tubercoli triancolari a forma di foglia. Si erge leggermente sopra il livello del suolo.

I tubercoli sono di colore verde/grigio.

Fiorisce nel tardo autunno od all'inizio dell'inverno. I fiori spuntano al centro della pianta; sono di colore bianco crema, bianco giallastro, giallo con una lucentezza satinata; raggiungono 5 centimetri di diametro e 4 centimetri di altezza.

I frutti sono biancastri o verdastri.

 

ORIGINE

MESSICO (Tamaulipas, Nuevo Leon).

HABITAT

Si trova tra 600 e 1200 metri di altitudine. Cresce nel calcare.

ESPOSIZIONE

Pieno sole; leggera ombra.

BAGNATURE

Dalla primavera all'autunno ogni 10-15 giorni lasciando asciugare completamente il terriccio fra una bagnatura e l'altra; tenere completamente asciutto in inverno.

TEMPERATURA MINIMA

-10 gradi centigradi.

Stampa | Mappa del sito
© Renzo Vannetti Via de gasperi 11 53013 Gaiole in chianti